Atto costitutivo

Repertorio N. 76 Raccolta N. 48
COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE
REPUBBLICA ITALIANA
L’anno duemiladiciotto il giorno nove del mese di marzo.
9 marzo 2018
In Albinea (RE), nel mio studio.
Dinanzi a me Dott. Gaetano Velardi, Notaio in Albinea, con studio in Piazza Cavicchioni n.4, iscritto al ruolo del Collegio Notarile del Distretto di Reggio Emilia,
SI COSTITUISCONO I SIG.RI:
– BORGHI GIANCARLO, nato a Reggio nell’Emilia il 29 giugno 1941 residente a Reggio nell’Emilia via G. Puccini, 2, cittadino Italiano, codice fiscale: BRG GCR 41H29 H223B.
– COSTANTINO RAFFAELE, nato a Palermo il 26 maggio 1957, residente a Reggio nell’Emilia, via Marchi, 2/01, cittadino Italiano, codice fiscale: CST RFL 57E26 G273T.
– DE PINTO NICOLETTA, nata a Molfetta (BA) il 13 aprile 1961, residente a Reggio nell’Emilia, via P. Bembo, 12, cittadina Italiana, codice fiscale: DPN NLT 61D53 F284K.
– FERRARINI MARIA CRISTINA, nata a Novellara (RE) il 12 ottobre 1947, residente a Reggio nell’Emilia, via G. Puccini, 2, cittadina Italiana, codice fiscale: FRR MCR 47R52 F960J.
– GUIDETTI ROBERTO, nato a Reggio nell’Emilia il 07 agosto 1967, residente a Reggio nell’Emilia via S. Quasimodo, 68, cittadino Italiano, codice fiscale GDTRRT67M07H223Y;
– MARTELLI MARTA, nata a Reggio nell’Emilia il 02 luglio 1956, residente a Reggio nell’Emilia via G. Dorso, 56 , cittadina Italiana, codice fiscale: MRT MRT 56L42 H223L;
– MONTEMAGGIORI VALENTINA, nata a Roma il 14 settembre 1969, residente a Reggio nell’Emilia via Belgio, 4, cittadina Italiana, codice fiscale: MNT VNT 69P54 H501K;
– PANCIROLI CATIA, nata a Reggio nell’Emilia il 03 aprile 1948, residente a Reggio nell’Emilia via G.E. Pestalozzi, 46/00, cittadina Italiana, codice fiscale: PNC CTA 48D43 H223P;
– PUNGHELLINI MASSIMO, nato a Reggio nell’Emilia il 25 novembre 1973, residente a Reggio nell’Emilia via Rolando Iotti, 9/6 , cittadino Italiano, codice fiscale: PNG MSM 73S25 H223F;
– SPALLANZANI DINO, nato a Parma il 01 febbraio 1947, residente a Reggio nell’Emilia via G.E. Pestalozzi, 46/00 , cittadino Italiano, codice fiscale: SPL DNI 47B01 G337H.
Detti comparenti, della cui identità personale io Notaio sono certo, stipulano e convengono quanto segue.
ART. 1 – E’ costituita, nel rispetto di quanto stabilito dalla legge nazionale n. 383 del 7 dicembre 2000, “Disciplina delle associazioni di promozione sociale” e dalla legge della Regione Emilia-Romagna n. 34 del 9 dicembre 2002, “Norme per la valorizzazione delle Associazioni di promozione sociale”, conformemente alla Carta Costituzionale e ai sensi del Decreto Legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 e successive integrazioni e modifiche, l’associazione di promozione sociale (ETS – APS) sotto la denominazione:
“Associazione Reggiana Eventi Solidarietà e Sorrisi ETS – APS” siglabile “ A.R.E.S.S.”
ART. 2 – L’associazione ha sede in Reggio nell’Emilia, Via E. Petrella n.2 e potrà essere trasferita in qualsiasi luogo della provincia di Reggio Emilia senza dover ricorrere alla modificazione dello Statuto associativo.
ART. 3 – L’Associazione persegue fini di utilità sociale nei confronti degli associati e di terzi, è apartitica, aconfessionale, a struttura democratica e senza scopo di lucro e, ispirandosi a finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale si prefigge lo scopo di sviluppare i rapporti con il mondo delle disabilità per il miglioramento del benessere della persona e del suo ambiente di vita in un’ottica che valorizzi le pari opportunità come sancite dalle Convenzione dei Diritti dell’Uomo (1948).
Per la realizzazione dello scopo di cui sopra e nell’intento di agire a favore di tutta la collettività, l’Associazione si propone (ai sensi dell’art. 5 DLGS 117/2017) di svolgere in via esclusiva o principale le seguenti attività di interesse generale:
• Promuovere e sviluppare i rapporti con il mondo delle disabilità;
• La promozione umana, la promozione sociale, la formazione, la condivisione, l’assistenza, la solidarietà, le pari opportunità, l’accoglienza e l’ospitalità a persone, adulti o minori, in condizione di disabilità, marginalità e/o fragilità sociale, anche in convezione con gli enti pubblici o privati proposti;
• Animazione del tempo libero di persone disabili ed emarginate, iniziative formative e di aggregazione a carattere culturale, sportivo–ricreativo, di animazione sociale atte a prevenire disagi e/o devianze (es. feste, gite, soggiorni, incontri settimanali in sede, uscite domenicali, iniziative di educazione alla pace, ecologiche e difesa dell’ambiente, ecc.);
• Messa a disposizione di spazi per altri enti del Terzo Settore e non, per la formazione di operatori, volontari e attività sociali in genere;
• Mantenere rapporti con enti statali, locali, Ausl, Consulte del volontariato, Caritas, R.S.A., enti privati;
• Offrire sostegno e collaborazione, contributi e partecipazioni a associazioni, enti, società cooperative, cooperative sociali senza scopro di lucro;
• Organizzare servizi di studio e ricerca, gestione di spazi informativi, multimediali, di socializzazione;
• Organizzare centri polivalenti di tipo diurno e residenziale, rivolti a persone in condizione di svantaggio sociale;
• Sostenere ed organizzare qualsiasi attività a carattere culturale (mostre, convegni e manifestazioni), video-musicale, teatrale e cinematografico, espressione corporea e ginnica, attività-sportiva amatoriale e dilettantistica, di educazione alimentare e somministrazione di bevande e alimenti anche contro pagamento o contributo;
• Sostenere ed organizzare attività sanitarie, socio-educativa-riabilitativa, domiciliare e residenziale, con figure professionali.
Nello specifico, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’Associazione intende svolgere:
a) Promuovere la socialità;
b) Progettare e implementare attività di formazione e orientamento lavorativo in collaborazione con enti del pubblico quali, a titolo esemplificativo, Ufficio Nazionale del Servizio Civile, università, uffici risorse umane, e del privato (stage di formazione-lavoro e borse lavoro);
c) Aderire, realizzare e/o promuovere iniziative sociali, culturali, educative ed artistiche (eventi, seminari, convegni, corsi, stage, laboratori di approfondimento, ecc.) a livello territoriale, nazionale ed internazionale;
d) Ideare e realizzare spettacoli, mostre, presentazioni, stampare e pubblicare giornali o riviste e gestire qualsiasi attività volta alla comunicazione di massa quali a titolo meramente esemplificativo portali internet, articoli su carta stampata generica e/o di settore;
e) Promuovere progetti e attività di ricerca e studio in Italia e all’estero per creare occasioni di scambi culturali (cooperazione, gemellaggi) ed artistici;
f) Creare gruppi di studio, informazione ed approfondimento che possano promuovere e divulgare gli scopi dell’associazione;
g) Collaborare con Pubbliche Amministrazioni, Istituti scolastici e universitari e Aziende proponendo ed organizzando momenti di confronto, consulenza e formazione, iniziative di carattere socio-educativo, socio-sanitario, culturale ed artistico, progettazione di servizi ed eventi di sensibilizzazione negli ambiti di lavoro individuati nel presente statuto;
h) Gestire, condurre o acquisire spazi, propri o di terzi, e strutture di vario genere al fine di organizzare e promuovere attività socio-educative, di formazione e socio-sanitarie e ogni altra iniziativa a questa direttamente o indirettamente collegata;
i) Aderire, progettare e realizzare qualunque iniziativa atta al raggiungimento degli scopi dell’associazione;
j) Esercitare, in via meramente marginale e senza scopi di lucro, attività di natura commerciale per autofinanziamento: in tal caso verranno osservate le normative amministrative e fiscali vigenti;
k) Sostenere altre associazioni, con le quali si condivide lo scopo.
L’Associazione, può esercitare le seguenti attività diverse, strumentali e secondarie rispetto alle attività di interesse generale, ai sensi e nei limiti previsti dall’art. 6 del DLSG 117/2017, quali ad esempio organizzare eventi di intrattenimento;
L’attività del volontario non può essere retribuita in alcun modo nemmeno da eventuali diretti beneficiari. Al volontario possono solo essere rimborsate dall’Associazione le spese vive effettivamente sostenute per l’attività prestata, previa documentazione ed entro limiti preventivamente stabiliti dall’Assemblea dei soci.
Le spese sostenute dal volontario possono essere rimborsate anche a fronte di una autocertificazione resa ai sensi dell’articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, purché non superino l’importo stabilito dall’organo sociale competente il quale delibererà sulle tipologie di spese e sulle attività di volontariato per le quali è ammessa questa modalità di rimborso (ai sensi dell’art. 17 DLGS 117/2017).
L’Associazione ha l’obbligo di assicurare i propri volontari ai sensi dell’art. 18 DLGS 117/2017.
L’Associazione può avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo o dipendente esclusivamente entro i limiti necessari per assicurare il regolare funzionamento o per specializzare l’attività da essa svolta. In ogni caso, il numero dei lavoratori impiegati nell’attività non può essere superiore al cinquanta per cento del numero dei volontari.
ART. 4 – Il patrimonio dell’Associazione durante la vita della stessa è indivisibile, ed è costituito da:
a) Beni mobili ed immobili che sono o diverranno di proprietà dell’Associazione;
b) eventuali erogazioni, donazioni o lasciti pervenuti all’ Associazione;
c) eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze del bilancio.
L’Associazione trae le risorse economiche per il suo funzionamento e lo svolgimento delle proprie attività da:
a) Quote associative e contributi degli aderenti;
b) Contributi pubblici e privati;
c) Donazioni e lasciti testamentari;
d) Rendite patrimoniali;
e) Attività di raccolta fondi (ai sensi dell’art. 7 DLGS 117/2017);
f) Organizzazione di Eventi (di cui all’art. 6 del DLGS 117/2017);
L’esercizio sociale dell’ Associazione ha inizio e termine rispettivamente il 1° Gennaio ed il 31 Dicembre di ogni anno. Al termine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo redige il bilancio (consuntivo e preventivo) e lo sottopone per l’approvazione all’Assemblea dei soci entro il mese di Aprile. Il bilancio consuntivo è depositato presso la sede dell’ Associazione, almeno 8 (otto) giorni prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato.
E’ fatto obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali statutariamente previste ai fini dell’esclusivo perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.
E’ fatto divieto di dividere anche in forme indirette, gli eventuali utili ed avanzi di gestione, fondi e riserve comunque denominate dell’ Associazione a fondatori, associati, lavoratori e collaboratori, amministratori ed altri componenti degli organi sociali, anche nel caso di recesso o di ogni altra ipotesi di scioglimento individuale del rapporto associativo.
ART. 5 – Sono organi dell’Associazione:
• L’Assemblea dei soci;
• Il Consiglio direttivo;
• Il Presidente;
I costituiti nella qualità di soci fondatori in prima assemblea nominano quali componenti del Consiglio di Amministrazione i signori:
– Presidente PUNGHELLINI MASSIMO;
– Vice-presidente DE PINTO NICOLETTA;
– Consigliere GUIDETTI ROBERTO;
– Consigliere CATIA PANCIROLI;
– Consigliere SPALLANZANI DINO
i quali accettano la carica loro conferita con durata di anni quattro come previsto dall’art. 12 dello Statuto. Il segretario e il tesoriere verranno nominati in sede di prima assemblea.
Il Consiglio direttivo potrà cooptare altri Associati per arrivare al numero massimo di quindici consiglieri. La prima Assemblea degli Associati che avrà luogo, dovrà ratificare i membri del Consiglio Direttivo cooptati o procedere a nominarne altri tra gli Associati in essere in quel momento.
Le parti convengono che assumeranno veste di Associati fondatori tutti coloro che faranno domanda di ammissione alla Associazione entro il 16 marzo 2018.
ART. 6 – L’Associazione è retta dallo Statuto che, firmato dai costituiti e da me notaio si allega al presente atto sotto la lettera “A”.
ART. 7 – Il Presidente del Consiglio Direttivo viene autorizzato, ove lo ritenga, a compiere tutte le pratiche necessarie per il conseguimento del riconoscimento dell’associazione presso le Autorità competenti e quelle intese all’acquisto della personalità giuridica. Ai soli effetti di cui sopra al Presidente del Consiglio Direttivo viene data facoltà di apportare da solo allo Statuto quelle modifiche che venissero richieste dalle competenti Autorità.
ART. 8 – Le spese del presente atto e conseguenziali sono a carico dell’associazione.
Richiesto io Notaio ho redatto il presente atto del quale ho dato lettura ai costituiti che pienamente approvandolo con me Notaio lo sottoscrivono alle ore diciannove e minuti quindici.
Consta di tre fogli, per pagine dieci fin qui, scritti con sistema elettronico da persona di mia fiducia ed integrati di mia mano.
F.to GIANCARLO BORGHI – COSTANTINO RAFFAELE – NICOLETTA DE PINTO – MARIA CRISTINA FERRARINI – GUIDETTI ROBERTO – MARTA MARTELLI – VALENTINA MONTEMAGGIORI – PANCIROLI CATIA – PUNGHELLINI MASSIMO – SPALLANZANI DINO – GAETANO VELARDI NOTAIO SIGILLO